Caricamento pagina...

Dalla Sicilia all’Arabia: capolavori UNESCO dell’arte – aprile

  • Attività
  • 17 Aprile 2024
Aprile conferenza

Martedì 19 marzo e mercoledì 17 aprile il MAO è felice di ospitare due conferenze di Sherif El Sebaie, consulente scientifico in fase di allestimento museale della galleria dei Paesi Islamici del MAO, che porterà il pubblico alla scoperta di due sitiinseriti dall’Unesco nella lista del Patrimonio mondiale dell’Umanità: la Cappella Palatinadi Palermo e Alula, in Arabia Saudita.

Gli incontri, organizzati a margine della mostra Tradu/izioni d'Eurasia e resi possibili grazie alla collaborazione con Assointerpreti - Piemonte, Valle d'Aosta e Ligurianell’ambito delle celebrazioni del cinquantenario dell'Associazione Nazionale Interpreti di Conferenza, sono l’occasione per interrogarsi su fenomeni quali la circolazione delle idee, delle lingue, degli stili e delle tecniche artistiche e artigianali avvenute fra paesi, popoli ed epoche diversi e di come, al variare del contesto, i significati si trasformino e si adattino.

La Cappella Palatina di Palermo eil polo archeologico di Alula, esempi concreti di questa circolazione, di questi continui scambi fra Mediterraneo e Asia occidentale, centrale e orientale, testimoniano della fragilità del concetto di altro da sé ed evidenziano legami dove si ipotizzava ci fossero confini, in un gioco di prossimità e fascinazione reciproca.


Mercoledì 17 aprile 2024 ore 18-19.30
Petra d'Arabia: incanto e misteri di Alula e dell'Arabia Saudita.

Di ritorno da un lungo periodo di permanenza in Arabia Saudita, in qualità di coordinatore organizzativo e supervisore logistico della prima missione di formazione per giovani restauratori sauditi guidata dal Centro di Conservazione e Restauro della Venaria Reale, Sherif El Sebaie svelerà i segreti di Alula, crocevia geografico e culturale, luogo di incontro e di scambi lungo le antiche rotte commerciali dell'incenso e del pellegrinaggio islamico. Capitale degli antichi regni di Dadan e Liyhan, poi ultimo avamposto del Regno dei Nabatei prima della conquista romana, Alula è un museo a cielo aperto che culmina a Hegra, primo sito in Arabia Saudita dichiarato Patrimonio mondiale dell'Umanità dall'Unesco, dove monumentali tombe ben conservate, scavate negli affioramenti di arenaria, testimoniano il prestigio e i legami internazionali dei suoi antichi abitanti.

Ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili.




Si ringrazia per il supporto Assointerpreti