BRUCIAPROFUMI | Museo d’Arte Orientale
Collezioni

BRUCIAPROFUMI

L’oggetto è costituito da un largo piatto poco profondo, al centro del quale si erge un incensiere composito con figure zoomorfe in tuttotondo: base a forma di tartaruga, stelo configurato come un uccello, ampia coppa e coperchio amovibile in guisa di drago. La tartaruga solleva la testa col muso a punta. Le placche della corazza sono rese con linee incise. L’uccello poggia con le tozze zampe a tre dita sul carapace, ergendo il lungo collo e l’alta coda a tre piume verso l’alto fino a toccarsi. Esso tiene nel becco una sfera, sulla quale poggia la coppa del bruciaprofumi. Questa spancia notevolmente per poi richiudersi leggermente verso l’alto. Il coperchio si incastra nel bordo rialzato della coppa. Sopra prende la forma del corpo sottile di un drago alato, le cui membra si avvolgono a creare un cono traforato che culmina con la testa in tuttotondo. Bruciaprofumi e lampade con un supporto di questo tipo sono piuttosto frequenti nella Cina settentrionale nel I secolo a.C.