TORINO CITTÀ DALLE 1000 CORDE. SUGGESTIONI MUSICALI D’ORIENTE | Museo d’Arte Orientale
Eventi & Mostre / MAO

MAO

TORINO CITTÀ DALLE 1000 CORDE. SUGGESTIONI MUSICALI D’ORIENTE

da 19 Maggio 2019 a 25 Maggio 2019

Il MAO Museo d’Arte Orientale presenta due appuntamenti nei quali il tema del viaggio, ovviamente, sarà al centro delle esecuzioni.

L’immagine guida dell’iniziativa è Veliero di Carlo Buffagnotti (per gentile concessione della Biblioteca Estense di Modena), musicista e pittore seicentesco che nella sua visionarietà ci trascina fuori da uno specifico spazio temporale con la musica e la pittura.

La musica dipinta sulle vele è il vento che sospinge il vascello, in questo viaggio immaginario dall'antichità ai nostri giorni. Navigare vuol dire conoscere popoli e altre culture, così al MAO domenica 19 maggio 2019 alle 17 si potrà assistere al concerto Suggestioni musicali d’Oriente composto da brani tradizionali e brani contemporanei e Sabato 25 maggio nelle sale della collezione permanente del Museo dalle 16 si potrà assistere alla performance musicale Sindbad una favola per chitarra e Water music di Carlo Domeniconi e dalle 18 tra i giardini giapponesi del museo Elassomorph di Stephen Funk Pearson.

 

PROGRAMMA

 

Domenica 19 maggio, ore 17 - Concerto a ingresso libero fino ad esaurimento posti disponibili (max 80)

Corea BRANO TRADIZIONALE COREANO Legame

Woochang Jung - Voce

Patrizia Radici – Arpa

In collaborazione con la Scuola di canto (docente: Franco De Grandis)

Giappone Sakura (trascrizione di Yokuijiro Yoko)

Enrico Gagliano - Chitarra

Turchia CARLO DOMENICONI Koyunbaba op. 19

Admir Doçi - Chitarra

Grecia Epitaffio di Sicilo

Laura Capretti - voce

Massimo Lombardi - liuto

Patrizia Radici - Arpa

Armenia ARAM KATCHATURIAN Danza Orientale

Deniz Esen - Arpa

Turchia Mandira (brano tradizionale) e L’uomo di N. Hikmet

Moldavia/Romania Improvvisazione sulla poesia “Tra le notti quiete” di Mihai Eminescu

Massimo Lombardi – Kobza

 

Sabato 25 maggio - Performance con ingresso incluso nel biglietto del museo.

ore 16

Carlo Domeniconi (1947)

Sindbad una favola per chitarra - Michele De Felici, Nicolò di Salvo, Marcello Massari

Water music - Lorenzo Cion e Xincheng Zhao.

Ore 18

Stephen Funk Pearson (1982)

Elassomorph – Quartetto di chitarre del Conservatorio di Torino

 

_____________________
"Il Conservatorio di Torino vuole essere di nuovo protagonista di una settimana musicale dal 17 al 29 maggio in cui i vari eventi inondino come un fiume in piena i musei, le biblioteche e i più diversi spazi pubblici presenti in città.
1000 corde, appunto, suonate in tutte le declinazioni da moltissimi esecutori: studenti, docenti e ospiti eccezionali invitati per le Masterclass del Conservatorio, uniti da un tema comune: la
Barca e la navigazione, intese come mezzo per viaggiare nel tempo e negli affetti. Nella consapevolezza che le barriere che impone la mente umana sono trasparenti, e in realtà
nulla separa il presente dal passato, il futuro dal presente e il passato dal futuro, è stato facile muovere i passi nella letteratura musicale, trovando in essa i giusti termini di congiunzione
comunicativa. Da sempre, l’uomo affronta il viaggio mosso da molteplici necessità. L’essere umano, esso  stesso una barca nel mare del tempo e dello spazio, spiega le vele al vento delle sollecitazioni più diverse: la ricerca della fortuna, gli scambi commerciali, la fede, il desiderio di conquista e di scoperta, l’amore.
Il viaggio, che può essere di sola andata o di andata e ritorno, ha sempre messo in contatto culture profondamente diverse, il cui contatto ha creato incontro e scontro, curiosità e
repulsione, imitazione e allontanamento; tuttavia generando quel percorso culturale evolutivo di cui oggi noi siamo i rappresentanti, i custodi e gli artefici del progresso.
Gli strumenti musicali, specialmente quelli più facilmente trasportabili, sono sempre stati importanti compagni di viaggio, capaci di trasmettere e testimoniare l’emotività umana.
Questo vogliamo raccontare partendo dall’oud, dalla lira, dall'arpa strumenti giunti in Europa attraverso la Sicilia e la Spagna moresca; è un’impronta della nostra storia che attraversa i secoli e i territori fondendosi, evolvendosi e contaminando il pensiero musicale.
Così, con la musica, navigando e attraversando i tempi e i luoghi, partendo da epoche remote e raggiungendo i nostri giorni, si narrerà un lungo viaggio verso la riconciliazione.
Non possiamo avere paura degli altri, dell’arte e di noi stessi".
Il Direttore del Conservatorio di Musica "Giuseppe Verdi" di Torino, M° Marco Zuccarini

MAO / Informazioni

Orari

Da martedì a venerdì
dalle 10 alle 18

Sabato e domenica
dalle 11 alle 19

Chiuso il lunedì
La biglietteria chiude sempre un'ora prima.

Biglietti

Intero € 10,00 – Ridotto  € 8,00
Il primo martedì del mese, se non festivo, l'ingresso è gratuito alle collezioni permanenti.

Le tariffe e gli orari possono subire variazioni in presenza di mostre temporanee. 

Acquista online il biglietto per le collezioni permanenti

Dove si trova
Museo di Arte Orientale