PRESENTAZIONE_CHINAMEN: graphic novel e documentario a cartoni animati | Museo d’Arte Orientale
Eventi & Mostre / MAO

MAO

PRESENTAZIONE_CHINAMEN: graphic novel e documentario a cartoni animati

Progetto di Ciaj Rocchi e Matteo Demonte

17 Febbraio 2018

Sabato 17 febbraio 2018, ore 18

CHINAMEN. UN SECOLO DI CINESI A MILANO

Una Graphic Novel e un Documentario a Cartoni Animati per scoprire un secolo di integrazione italo-cinese in Italia.

Da dove venivano, come vivevano, cosa vendevano i primi cinesi arrivati in Italia? Come erano visti dagli italiani? Perché finivano spesso nelle prime pagine dei giornali nazionali? E qual è stato il loro destino, durante il Fascismo? Come sono nate le prime famiglie miste, dopo la Guerra? E quale la storia della prima donna cinese ad arrivare in Italia?

Sabato 17 febbraio alle 18, in collaborazione con BeccoGiallo e in occasione della settimana di festeggiamenti per il capodanno cinese, verrà presentato al MAO Museo d’Arte Orientale Chinamen, la graphic novel divenuta già documentario animato di Ciaj Rocchi e Matteo Demonte.

Un progetto che, come una vecchia scatola ritrovata in soffitta, contiene i ricordi delle più antiche famiglie italo-cinesi e racchiude al suo interno quel che c’è di più prezioso per le generazioni a venire: la memoria. Come vecchie fotografie, lettere o ritagli di giornali ingialliti, queste pagine sono simboli e tracce del nostro passato. Frutto di una ricerca unica nel suo genere, in cui sono confluite interviste, album di famiglia e documenti inediti, Chinamen rappresenta la storia collettiva di tutti i principali lignaggi storici (Hu, Tschang, Wu, Lin, Jang, Chen), e si configura come un'opera in grado di riattivare quel cerchio di amicizie che più di un secolo fa aveva dato vita a un mondo di relazioni, famiglie e imprese.

Chinamen è un saggio a fumetti che ripercorre 100 anni di storie di immigrazione e integrazione cinese in Italia: dai primi commercianti arrivati per l’esposizione universale di Milano nel 1906, alle relazioni diplomatiche tra l’Italia e la Cina che favorirono, tra gli anni ’20 e ’30 del secolo scorso, un primo vero piccolo flusso migratorio verso il nostro Paese; dalla nascita della comunità cinese di Milano e Bologna alle difficoltà incontrate dai cinesi internati nei campi di concentramento in Abruzzo e Calabria durante il Fascismo, fino alle vicende straordinarie dei grandi imprenditori degli anni ’60 e ’70.

L’omonimo documento audiovisivo è stato realizzato dagli autori Ciaj Rocchi e Matteo Demonte, in co-produzione con Comune di Milano e Mudec - Museo delle Culture, ed è altresì testimonianza di questa integrazione.

Il progetto Chinamen è soprattutto espressione di un desiderio a lungo maturato dagli autori, di raccontare questa storia al di fuori dall’ambito della ricerca sociologica e/o storica, utilizzando piuttosto mezzi e linguaggi della contemporaneità, perché sono gli unici in grado di stimolare una riflessione allargata sul significato di identità multietnica delle nostre città.

Lo stesso Matteo Demonte è cinese di terza generazione: suo nonno era uno dei fondatori della comunità cinese di Milano e la sua storia è raccontata nel libro Primavere e Autunni (BeccoGiallo 2015) di cui Chinamen (BeccoGiallo 2017) è la diretta conseguenza: infatti, molti degli eredi di questi primi immigrati cinesi, che si erano fortemente riconosciuti nel racconto, avevano deciso di aprirsi condividendo con gli autori i propri ricordi. “Per anni, il punto era stato italianizzarsi il più possibile; dopo la pubblicazione di Primavere e Autunni, anche i più ritrosi hanno capito che la loro storia aveva un valore universale, che poteva essere inserita nel quadro più vasto della storia del nostro Paese e che non era più solo qualcosa di privato, qualcosa di cui vergognarsi. Una sorta di ripresa di coscienza delle proprie radici e del valore del percorso migratorio dei loro padri.” (Ciaj Rocchi)

La graphic novel è in vendita presso il bookshop del Museo (184 pagine – Colori - 18,00 € - BeccoGiallo marzo 2017).

Non è possibile, invece, acquistare il DVD del documentario poiché l’opera è proprietà del Mudec, Museo delle Culture e fa parte della sua collezione permanente.

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>> 

Ciaj Rocchi (Milano 1976) e Matteo Demonte (Milano 1973) sono videomaker e autori di fumetti. Hanno pubblicato le graphic novel Primavere e Autunni (2015 BeccoGiallo Editore - selezione premio Andersen) e Chinamen, un secolo di cinesi a Milano (2017 BeccoGiallo Editore – selezione Gran Guinigi) di cui hanno realizzato anche un omonimo documentario a disegni animati e per cui hanno curato una mostra allestita al Mudec tra marzo e aprile 2017. Dal 2015 sono illustratori editoriali per La Lettura e II Corriere della Sera.

Nel 2005 hanno fondato la GKL Film, un collettivo indipendente di autori, attori e tecnici che nel 2016 ha presentato Uccellacci! un documentario dedicato al giornalismo a fumetti in Italia (Milano Film Festival e Sole Luna Doc Festival) e I diari della Tigre Bianca, un road-documentary realizzato in collaborazione con gli studenti dell’Università dell’Insubria di Como.

Contatti Ciaj Rocchi e Matteo Demonte +39 338 3799 713

ciaj.rocchi@gmail.com 

www.primavereautunni.com  

www.chinamen.it

 

MAO / Informazioni

Orari

Da martedì a venerdì
dalle 10 alle 18

Sabato e domenica
dalle 11 alle 19

Chiuso il lunedì
La biglietteria chiude sempre un'ora prima.

Biglietti

Intero € 10,00 – Ridotto  € 8,00
Il primo martedì del mese, se non festivo, l'ingresso è gratuito alle collezioni permanenti.

Le tariffe e gli orari possono subire variazioni in presenza di mostre temporanee. 

Acquista online il biglietto per le collezioni permanenti