PROROGA mostra e ultimi appuntamenti #nothingisreal | Museo d’Arte Orientale
News

MAO

PROROGA mostra e ultimi appuntamenti #nothingisreal

September 30, 2016

Dato il successo di pubblico e le richieste dei visitatori, il MAO Museo d’Arte Orientale ha prorogato la mostra Nothing is Real. Quando i Beatles incontrarono l’Oriente fino a domenica 9 ottobre, giorno del compleanno di John Lennon.

La proroga costituisce non solo un’occasione, per quanti non ne hanno ancora avuto l’opportunità, di intraprendere un incredibile viaggio alla scoperta dei Beatles e del loro viaggio in India.

 

Sabato 8 ottobre ore 21

NUMBER 9 in concerto

Il finissage della mostra si svolgerà sabato 8 ottobre alle 21 con il concerto dei NUMBER 9, che proporranno il loro repertorio di cover dei brani dei Beatles, tra psichedelia, beat e brani rock’n’roll da party vintage. Attraverso le note e i rif  che tutti potremo canticchiare, verranno ripercorse le varie fasi artistiche, stilistiche e musicali del più famoso quartetto del Novecento.

È a tutti gli effetti un supergruppo il quartetto Number 9, la band comprende infatti quattro personaggi noti a livello nazionale: Tiziano Lamberti è un cantautore, manipolatore elettronico e “Iena” televisiva; Luca Mangani non è altri che il popolare “Lallo” di El Tres e Amici di Roland; poi due biellesi, uno da anni trapiantato a Torino “Gep” Cucco, ex batterista di Mau Mau e Meg e Alex Gariazzo, voce e chitarra.

Ingresso gratuito fino esaurimento posti disponibili.

Tagliandi in distribuzione a partire da mezz’ora prima. Massimo due tagliandi a persona

 

Domenica 9 ottobre ore 15.30

Visita guidata alla mostra

L’itinerario in mostra illustra oggetti e opere d’arte dell’Occidente, che rievocano quel fenomeno culturale di scoperta dell’Oriente, con le sue religioni e filosofie, nato nel mondo pop degli anni ‘60 e diventato fenomeno di massa. Le nuove generazioni si mossero alla ricerca di esperienze e intrapresero viaggi, sopratutto in India, testimoniando e alimentando un nuovo clima culturale. Tra i principali agenti di questa scoperta il famoso gruppo musicale The Beatles, infatti proprio il verso della loro canzone Strawberry fields forever ha ispirato il titolo della mostra. Attraverso un allestimento ricco di suggestioni e suoni, incontreremo le Ceramiche tantriche di Ettore Sottsass, le opere di Alighieri Boetti, Luigi Ontani e Francesco Clemente, e ancora riviste, e copertine di dischi in vinile e oggetti, quali la veste di seta realizzata da The Fool per John Lennon.

Info e prenotazioni: 011-5211788 – prenotazioniftm@arteintorino.com

 

Nothing is Real. Quando i Beatles incontrarono l’Oriente

Il viaggio dei Beatles in India è uno degli eventi chiave per la scoperta dell’Oriente, che alla fine degli anni ’60 tocca la cultura pop occidentale.

A questo evento si ispira la mostra ideata da Luca Beatrice, Nothing is Real (dalla celebre canzone Strawberry Fields Forever) sulla ricerca dell’altro, del diverso, a cui avvicinarsi con una tensione metafisica e spirituale.

Con questa esposizione il MAO presenta al pubblico il momento in cui la cultura di massa costruì una visione spesso illusoria delle complesse realtà dell’Asia, lasciando un segno indelebile nella nostra percezione dell’Oriente.

Un allestimento ricco di colori, profumi e suoni in cui troviamo memorabilia dei Beatles, le Ceramiche tantriche di Ettore Sottsass, il film psichedelico Wonderwall, i lavori di artisti come Boetti, Mondino, Ontani e Clemente.