Yama dharmapala | Museo d’Arte Orientale
Collezioni

Yama dharmapala

Provenienza
Tibet
Datazione
XIX secolo
Dimensions
cm 39 x cm 29
Medium
Tempera su cotone
Object number
(Ht/52.D)

Yama è il dio della morte che la tradizione induista rappresenta montato su un bufalo nero e colloca come dikpala a guardia del Sud. Nella tradizione buddhista Yama è stato sconfitto da Manjushri che lo ha trasformato in un dharmapala, potente protettore della Dottrina.
Yama ha un corpo massiccio di colore nero e sta sul dorso di un toro. Ha la testa di un bufalo, incoronata da un diadema di teschi. Impugna nella destra lo yamadanda, macabro scettro costituito da una colonna vertebrale culminante in un teschio, e stringe nella sinistra il laccio con cui trascina i morti al giudizio. Aggrappata al suo fianco è la sorella Yami, con la faccia umana, ma con l’espressione feroce delle divinità terrifiche, che gli porge un kapala colmo di sangue.
Questo dharmapala è importante in particolare per la setta dGe-lugs-pa: Tsong-kha-pa compose un poema che descrive l’esperienza della diretta visione che egli ebbe della forma interna di Yamaraja.