Collezioni

Vajradhara (rDo-rje-chan)

Provenienza
Tibet
Datazione
XV-XVI secolo
Dimensioni
h. cm 39
Materiale e Tecnica
Bronzo dorato, pigmento e turchesi
Inventario
(Hb/10.D)

L’Adibuddha Vajradhara siede in vajrasana con le mani incrociate davanti al petto all’altezza dei polsi, nel gesto di abbracciare la prajña anche se compiuto in assenza di una partner femminile. In questa mudra le mani possono tenere vajra e ghanta, che qui però sono assenti.
Il volto è largo e piutosto squadrato e gli occhi, allungati verso le tempie, hanno palpebre dai contorni sinuosi. La parte inferiore del corpo è coperta da un dhoti fissato in vita da una cintura decorata con festoni di perle. Tutti gli ornamenti e la corona sono impreziositi da turchesi incastonati.